Webvan: Innovazione Non Sempre è Sinonimo di Successo

 

Ottima Idea, Timing Corretto, Soldi da Investitori a Palate: cos’è andato storto?

Uno dei casi più interessanti e affascinanti da analizzare, seppur nella sua tragicità, è quella di Webvan.

webvan-startup-fallimento
Logo Webvan

Webvan era una startup che nell’anno 1996 aveva deciso di basare il suo business su un qualcosa che per il periodo, oltre 20 anni fa, era decisamente innovativo:

Consegna a domicilio in giornata dei prodotti “freschi”, ordinati direttamente su internet.

Gli ingredienti per un grande successo c’erano tutti:

  • idea ottima e innovativa
  • soldi investiti in abbondanza, 800 milioni da venture capital
  • magazzini automatizzati
  • sito web ben fatto

E se ci pensate bene, non è nemmeno tanto lontano da quello che sta cercando di riprodurre Amazon (e tra le altre cose, è proprio Amazon che ha rilevato Webvan nel 2009).

Più sono Grandi e Più Fanno Rumore Quando Cadono.

Nonostante l’idea innovativa, la bolla è scoppiata: debiti per miliardi di dollari ed inesigibili.

Ad appena due anni dopo la prima offerta pubblica (IPO), Webvan dichiarò fallimento.

grafico stock webvan
Grafico Stock Webvan

Com’è potuto succedere?

Gli errori commessi da Webvan sono stati tanti:

  • Errore 1 – Sbagliato Target, Segmentazione dell’audience, e prezzo
  • Errore 2 – Modello delle infrastrutture complesso e antieconomico
  • Errore 3 – Troppi soldi, e crescita troppo veloce

Steve Blank e Bob Dorf nel libro “Startupper: Guida alla creazione di imprese innovative (Reference)” individuano almeno 9 peccati mortali nel modus operandi di Webvan, ma che si possono riassumere in un concetto fondamentale

Assumption non verificate!

Supponevano di sapere ciò che i clienti desideravano.

Hanno dato per scontato quali fossero le funzionalità da sviluppare senza sapere se le caratteristiche sarebbero state gradite ai clienti.

Con buona probabilità, uno tra gli errori più grandi è stato quello di aver seguito pedissequamente il Business Plan (che come tutti i BP si basa su numerose assumption non verificate) investendo in flotte, magazzini automatizzati,  cercando di espandersi il più in fretta possibile e raddoppiando il numero dei dipendenti nel giro di pochi mesi dal primo lancio: hanno pensato di poter gestire la crescita di una startup come la crescita di una qualunque azienda normale.

Nessun primo Business Plan sopravvive al primo contatto con i clienti Click to Tweet
Summary
Webvan: Innovazione Non Sempre è Sinonimo di Successo
Article Name
Webvan: Innovazione Non Sempre è Sinonimo di Successo
Description
Webvan: Innovazione Non Sempre è Sinonimo di Successo - Ottima Idea, Timing Corretto, Soldi da Investitori a Palate: cos'è andato storto?
Author
Publisher Name
kobansky
Publisher Logo

    Leave a Comment

    Argomenti

    Iscriviti alla Newsletter

    Rimani Sempre Aggiornato!

    Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

    More from our blog

    See all posts