Locus Of Control

 

Locus of Control: il luogo di controllo. Può essere “interno” o “esterno” ed indica  la nostra percezione del controllo degli eventi.

Uno degli aspetti che mi ha affascinato maggiormente nello sviluppare il mio business è stato quello di prendere coscienza che avere successo non è solo una questione di strategia e duro lavoro.

Esistono dei concetti e degli aspetti molto importanti, che derivano dal mondo della psicologia, e che ritengo siano utilissimi a chi voglia fare l’imprenditore, perché ci danno la consapevolezza e ci aiutano ad essere più obiettivi nel valutarci e nel valutare le situazioni.

Sono utili per svariati motivi: essere coscienti di chi siamo, di come ci comportiamo davanti agli eventi, di come reagiamo ai successi e agli insuccessi, alle fortune e alle disgrazie che capitano a tutti nella vita imprenditoriale e non, è molto importante: ci consente di astrarci dal nostro mondo interiore, e di vedere il tutto da una prospettiva diversa, che non sia il nostro solo e unico punto di vista.

Conoscere questi aspetti e concetti è facile; sapersi elevare per guardare dal di fuori, è molto più complesso.

Detto ciò, vediamo l’aspetto di cui volevo parlare: il Locus of Control, o luogo del controllo.

Che cosa si intende per Locus of Control ?

La traduzione letterale è luogo di controllo, o luogo del controllo, che viene definito “interno” o “esterno“.

E’ una variabile psicologica che differisce in ognuno di noi, e ci indica il modo in cui percepiamo gli eventi: se pensiamo che avere successo sia solo una questione di fortuna (che, putacaso, noi non abbiamo!), allora abbiamo un locus of control “esterno” perché riteniamo che il nostro destino dipenda da eventi esterni su cui non abbiamo controllo. Se invece pensiamo che il nostro successo derivi solo dalle nostre azioni, allora abbiamo un locus of control “interno” perché siamo consapevoli che con le giuste azioni possiamo ottenere ciò che vogliamo.

Provo a spiegare con una metafora: due marinai. Il primo spiega le vele, e attende che il vento soffi con il desiderio di arrivare da qualche parte,  ma solo con la speranza che il vento soffi nella giusta direzione. Il secondo, spiega le vele e le indirizza cercando di sfruttare tutte le correnti, rema quando il vento cala, e sà bene dove vuole e come ci può arrivare.

Due atteggiamenti diametralmente opposti.

locus of control
locus of control

Quindi è meglio avere un locus of control interno?

Essendo una variabile psicologica, differisce in ognuno di noi, ed è il prodotto di tanti nostri fattori: carattere, educazione, scuola, lavoro, contesto in cui siamo nati e cresciuti, eventi già vissuti ed eventi che stiamo vivendo.

Il lato positivo è che, essendo una variabile, può cambiare e possiamo fare in modo che cambi anche dentro di noi.

Anche il solo fatto di prendere coscienza che esiste il locus of control ci permette di cambiarlo.

Nessuno di noi ha un locus of control totalmente interno o esterno.

Per tornare al discorso di cosa sia meglio: come atteggiamento, io ritengo che sia più corretto un locus of control interno: non mi piace pensare di non avere il controllo della mia vita, e di essere alla deriva con la speranza che qualcuno dall’alto mi regali qualcosa.

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione. H.Ford Click to Tweet

Avere un locus of control totalmente (o in modo considerevole) interno ha anche un alto oscuro e controproducente.

Ci sono degli eventi che, obiettivamente, escono dal nostro controllo. Chi ha un locus of control interno in modo eccessivo, tende ad assumersi la colpa (o il merito) di tutto, e questo può sfociare anche in casi di depressione, o senso di impotenza ingiustificato:

un tizio ubriaco al volante esce di strada e mi investe mentre porto a passeggio il cane.

O può causare un aumento dell’autostima, senza giusta causa.

Camminavo per strada e ho trovato un biglietto della lotteria milionario in terra

Suvvia, un minimo di obiettività ci vuole 🙂

Per concludere:

locus of control esterno: la persona attribuisce la cause degli eventi alla fortuna, al destino, al caso, e comunque tutto dipende da fattori esterni. La causa del successo o dell’insuccesso della persona è sempre fortuna o sfortuna; non esiste merito o colpa, ma solo caso e destino.

locus of control interno: la persona attribuisce la causa degli eventi sempre a sè stesso. Il successo è sempre merito delle proprie capacità, mentre l’insuccesso è sempre causa dei propri difetti o errori.

locus of control interno esterno

Ora che siamo consapevoli dell’esistenza di due atteggiamenti differenti sul come reagiamo agli eventi, come possiamo operare?

Uno dei consigli che ho ricevuto, e che ritengo molto utili, è quello di porsi le domande giuste. Ed essere obiettivi nel dare le giuste risposte.

Quando qualcosa non ci va bene, quando vogliamo migliorare un aspetto della nostra vita, quando vogliamo raggiungere un obiettivo, poniamoci queste domande:

Non riuscito ad arrivare al fatturato desiderato quest’anno. E’ colpa mia che non ho lavorato abbastanza o è colpa della crisi generale? —> Mettiti a lavorare di più, e in modo più intelligente e produttivo.

Non riesco a perdere peso. E’ colpa della costituzione e delle “ossa grosse”? O forse mi sono sfondato di cibi grassi e dolci per 365 giorni all’anno? —> Cambia alimentazione.

E tu, hai un locus of control interno o esterno?

Summary
Locus of Control: il luogo di controllo
Article Name
Locus of Control: il luogo di controllo
Description
Locus of Control: il luogo di controllo. Può essere "interno" o "esterno" ed indica la nostra percezione del controllo degli eventi.
Author
Publisher Name
kobansky
Publisher Logo

      Leave a Comment

      Argomenti

      Iscriviti alla Newsletter

      Rimani Sempre Aggiornato!

      Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

      More from our blog

      See all posts